SpeedyBrick: costruire le case con Lego giganti

Lego-giganti

Flavio Lanese, ingegnere di Aosta, ha ideato un nuovo sistema di costruzione delle case “fai da te” che si chiama SpeedyBrick e che ha già ottenuto l’approvazione dell’Ufficio Europeo per il brevetto internazionale.

Il sistema ideato dall’ingegnere Lanese, per rendere l’idea, utilizza il principio dei famosissimi mattoncini Lego con i quali ognuno di noi, almeno una volta, si è dilettato a costruire un edificio. SpeedyBrick, infatti, si basa sull’assemblaggio di blocchi modulari per la realizzazione di pareti divisorie e di muri perimetrali, in ambito edile ma anche in altri settori come, ad esempio, l’arredamento. “Il sistema di incastro dei blocchi – ha spiegato Lanese all’agenzia Ansa – consente di assemblarli tra loro in modo rapido e preciso. Elementi meccanici legano i blocchi tra loro, formando una armatura metallica che garantisce la resistenza delle costruzioni alle sollecitazioni di trazione, compressione e pressoflessione”. 

Raccordare i nuovi manufatti a pavimenti, pareti e soffitti pre-esistenti è possibile grazie ad un sistema basato su elementi a compressione, utilizzabile senza una particolare competenza tecnica. “Le costruzioni realizzate con SpeedyBrick – ha spiegato Lanese – non richiedono manodopera specializzata e possono essere gestite da chiunque con un approccio ‘fai da te’. L’assemblaggio non prevede utilizzo di malta o colla e non produce polvere o calcinacci. I blocchi non necessitano di ulteriori rivestimenti o trattamenti”.

Uno dei principali vantaggi del sistema SpeedyBrick è la reversibilità delle realizzazioni visto che piuttosto velocemente e senza sporcare i muri possono essere smontati con il conseguente riutilizzo delle sue parti. Da segnalare, poi, il fatto che i blocchi SpeedyBrick sono già predisposti per l’installazione di reti tecnologiche (impianti elettrici, reti telematiche, impianti idraulici) all’interno dei manufatti realizzati. I blocchi possono essere prodotti utilizzando una grande varietà di materiali: molteplici tipologie di legno, materiali plastici e compositi compersi quelli riciclati.