Gli errori da evitare quando si arreda casa

Photo Credits: https://bit.ly/2sl1ol2

Ognuno è libero di arredare la casa in base ai suoi gusti ed esigenze, questo è ovvio: la casa è infatti il luogo il cui l’arredamento dovrebbe esprimere la nostra personalità.

Tuttavia, quando si tratta di arredare casa, ci sono piccoli e grandi errori che sarebbe meglio evitare per non pentirsene in un secondo momento.
Prima di prendere decisioni e fare acquisti poco ponderati, occorre dunque tenere presenti delle precise linee guida, dettate dal buon senso, da rispettare. Vediamone alcuni esempi.

Le misure della casa sono un aspetto importante da prendere bene in considerazione.
Un ambiente ancora da arredare potrebbe ingannare i meno esperti riguardo misure e dimensioni. Per essere certi che determinati oggetti d’arredo stiano bene esteticamente in specifiche posizioni della casa, è fondamentale “provarli”: tracciando sul pavimento con lo scotch o con dei fogli di giornale l’esatto ingombro portato dal mobile, ci si può rendere conto delle sue effettive dimensioni, in modo che non vada ad occludere porte, finestre e passaggi e che rimanga sufficiente spazio libero.

Anche la scelta dei colori deve essere fatta con attenzione, considerando sia i mobili che si vorranno mettere, sia le dimensioni della stanza e la luce.
Per risultare armoniosa, la casa dovrebbe avere un filo conduttore di colore che unisce i diversi ambienti. Se, ad esempio, si opta per i colori caldi, è opportuno usarli in tutte le stanze, variando tra beige, marrone e verde retrò. Se si amano i colori freddi si possono mescolare blu, azzurro e viola.
Troppi colori diversi o tinte eccessivamente forti e vivaci rischiano di creare un ambiente poco compatto e, a lungo andare, “stancante” per gli occhi.

Un altro fattore molto importante da considerare nella progettazione dell’arredamento è la luce. Sia quella artificiale che quella naturale. Ad esempio non bisognerebbe mai mettere mobili o complementi d’arredo che ostruiscano la luce che entra dalle finestre.
Inoltre, se la casa non è ben esposta, si può aumentare la luminosità con specchi riflettenti o tende molto chiare e trasparenti. E’ infatti un errore molto comune sottovalutare l’importanza delle tende: colore e tessuto sono fondamentali non solo per il contributo estetico che offrono alla stanza, ma anche per la loro capacità di modificarne la luce.

Se abbiamo qualche foto o quadro da appendere, assicuriamoci che possa aggiungere qualcosa alla stanza. Se è eccessivamente piccolo forse è meglio lasciare la parete vuota, oppure creare una composizione di più quadri e cornici per rendere la parete più accattivante anche con foto piccole.
Fare attenzione anche all’altezza a cui si appendono: se troppo in alto sarà difficile poterle guardare con attenzione. L’altezza giusta è sempre quella a livello dello sguardo.

Mescolare stili diversi di arredamento è possibile, e anzi è indice di creatività. Attenzione però a non esagerare: un pezzo vintage starà benissimo in un soggiorno moderno, ma se abbiamo arredato la cucina in stile retrò non possiamo abbinare un soggiorno ultra moderno. Sembrerebbero due ambienti addirittura di case diverse… meglio dunque mescolare gli stili tenendone però sempre a mente uno “di sottofondo” ben preciso.

Infine, nella scelta dell’arredamento non bisognerebbe mai far passare in primo piano lo stile e il gusto personale a discapito delle esigenze di spazi e vivibilità della casa: riempire un appartamento di mobili, tappeti, librerie, mensole e soprammobili potrebbe piacere esteticamente, ma si rischia di dover fare un “mezzo trascloco” ogni volta che si deve spolverare o pulire il pavimento.
Ricordarsi sempre del lato pratico della propria casa è importante per evitare spiacevoli sorprese quando la si vivrà nel quotidiano.

Fonte: https://bit.ly/2GwTiuy